Le migliori creme solari

Condividi:

Un argomento che mi è sempre stato molto a cuore è quello delle creme solari.

Fin da ragazzina, quando i miei coetanei erano soliti cospargersi di olio, io portavo in borsa 2-3 flaconcini di crema solare.
A quei tempi, c’era tanta disinformazione e purtroppo continua ad esserci.

ph: www.avene.it

Come scegliere la giusta protezione solare

Iniziamo col dire che TUTTE LE CARNAGIONI, dalla più chiara alla più scura, HANNO BISOGNO DI PROTEZIONE, non solo durante il cosiddetto “primo sole” ma SEMPRE.

E’ ovvio, come per ogni cosa da cui ci si aspetta una risposta soddisfacente, anche le creme solari hanno necessità di essere usate nel modo corretto per assicurarne una.

ph:www.ilmeteo.it

Ma veniamo al dunque.

1) Non scendere mai al di sotto dei 15 SPF (letteralmente “Sun Protection Factor”, ovvero l’indice del livello di protezione dai raggi UV), anche se si ha una carnagione scura.

2) Il prodotto solare deve proteggere sia dai raggi UVA che da quelli UVB.
I raggi UVA rappresentano la quasi totalità dei raggi ultravioletti che arrivano sulla superficie terrestre. Essi contribuiscono all’invecchiamento della pelle, in particolar modo, alla formazione di rughe e macchie solari.
I raggi UVB costituiscono solo il 5% delle radiazioni UV ma sono i più pericolosi. Essi riescono a penetrare tra le nuvole e sono responsabili di dermatiti, scottature ma soprattutto possono causare la comparsa di tumori come il melanoma.

3) I solari devono essere applicati spesso ed in quantità abbondante.
Un uso responsabile consiglia di stendere il prodotto ogni due ore e dopo ogni bagno, concentrandosi sulle zone particolarmente sensibili come piedi, collo, tempie e contorno occhi; senza scordare le aree di pelle nascoste da bretelline e laccetti del costume!

La prima stesura del prodotto dovrebbe essere fatta almeno 15 minuti prima dell’esposizione al sole, quindi a casa.

4) E’ vietato riutilizzare la crema dell’anno precedente.
Come ogni cosmetico, anche i solari riportano sull’etichetta una data di scadenza che va assolutamente rispettata. Ricordiamoci inoltre che, dopo l’utilizzo, le creme andrebbero riposte sempre all’interno della borsa del mare (meglio ancora se protette da un’ulteriore pochette), per evitare che i raggi del sole le deteriorino e ne alterino le componenti. Le alte temperature diminuiscono notevolmente il loro livello di conservazione.

ph: www.wellme.it

Il sole è essenziale per la nostra vita ed offre dei reali benefici. Tuttavia, non bisogna mai esagerare con l’esposizione e portare sempre con sè un ottima crema solare!



Condividi:

Prodotti skincare economici

Condividi:

Per alcune di noi avere un incarnato radioso e rimpolpato sembra essere un’utopia. Forse però l’unico problema è non essersi prese cura della propria pelle, o averlo fatto solo superficialmente, prima di questo momento.
Chiaramente per chi soffre di evidenti problemi cutanei (acne, rosacea, dermatiti e simili) è sempre buona norma farsi seguire da un dermatologo, in quanto il fai da te può solo peggiorare la situazione. Ma per chi non mostra particolari tipi di problematiche ed è solo alla ricerca di prodotti economici che garantiscano dei risultati, allora questo è il posto giusto!

ph /www.unadonna.it

Ma chi l’ha detto che per avere una pelle perfetta bisogna per forza spendere una fortuna?
Al contrario di quanto si pensi, non è assolutamente necessario investire grossi capitali per trovare dei prodotti ugualmente validi.

ph www.infosostenibile.it

Economici o non, assicuriamoci sempre e comunque di scegliere delle creme o dei detergenti specificatamente adatti al nostro tipo di pelle.

STRUCCANTE:
Tra gli struccanti economici gli Skinactive acqua micellare della Garnier rappresentano un’efficace soluzione per detergere profondamente la pelle ed eliminare ogni residuo di trucco.


Garnier SkinActive Acqua Micellare 400ml 4,99
Ph www.glamour.it

Parlando di struccanti non possiamo non menzionare l’economico ma prestante detergente bifasico della linea Fiori di Magnolia acquistabile all’Eurospin.

Fiori di Magnolia struccate bifasico
2,99

DETERGENTE:
Detergersi il viso ogni giorno e pulire i pennelli e spugnette makeup, almeno una volta a settimana, sta alla base di una corretta igiene facciale. Due dei migliori prodotti designati per questo compito sono presenti sul mercato già da centinaia di anni. Stiamo parlando del sapone di marsiglia, composto da oli vegetali e del sapone allo zolfo, super indicato per chi ha la pelle grassa.

I provenzali saponi vegetali 2,10

Un’ottima alternativa è rappresentata dall’altrettanto valido sapone liquido di Omia il Non Sapone viso Eco-Biologico all’olio di Argan.

Omia non sapone biologico
4,00

TONICO:
Un passaggio troppo spesso trascurato è quello del tonico. Usare un tonico aiuta a ripulire ancora più in profondità la pelle dopo la consueta detersione, eliminando definitivamente i residui di trucco, sebo, cellule morte, oli e saponi. Senza dubbio quello all’acqua di Rose di Roberts e quello Omia mandorle e malva, sono tra i più validi ad un prezzo contento.

Omia Tonico Viso Mandorla e MalvaTonico Viso € 5,06
Acqua Distillata Alle Rose Roberts € 4,50

CREME:
Parlando di creme, è efficacissimo il trittico viso della line Geomar che idrata e rende la pelle più morbida fin dalla prima applicazione (provare per credere!).

Creme viso Geomar € 4,90-5,90
Ph www.scontomaggio.com

Degne di nota sono anche le creme antirughe Q10Cplus della Nivea e Fiori di Magnolia , e la crema idratante lenitiva della linea acqua alle rose di Roberts.

Fior di Magnolia Crema Antiage € 3,90
Acqua alle Rose Crema Idratante € 7,90
Nivea Q10 Plus Antirughe € 8,90

CONTORNO OCCHI:
Il contorno occhi è la zona più delicata di tutto il viso e, per questo va trattata con cura per prevenire la perdita di luminosità e la comparsa di rughe, borse ed occhiaie.
Tra i contorno occhi economici ma efficaci, annoveriamo quello dell’Equilibria all’olio di argan e quelli della linea Cien alla rosa canina e alla melagrana, disponibili nella grande distribuzione Lidl.

Equilibria all’olio di Argan € 5,90
Cien alla rosa canina o alla melagrana € 1,99

A questo punto non ci resta che iniziare, non dimenticando che minimo due volte al mese occorre sottoporsi ad un’accurata pulizia del viso, che comprenda anche scrub e maschere.

Condividi:

Come avere dei ricci perfetti.

Condividi:

Come direbbe qualcuno: “ogni tanto una gioia!”.
E bene sì, ricce di tutto il mondo, uniamoci in un caldo abbraccio per festeggiare la bella notizia:
le tendenze capelli 2019 vedono come indiscusso protagonista proprio il boccolo voluminoso.

Diciamocelo pure, il capello riccio se curato e ben idratato, può realmente dare quel tocco in più al nostro volto.
Ma come fare ad avere un risultato soddisfacente senza l’uso di ferri o spazzole riccianti?

www.makeupandbeauty.com

Qui di seguito spieghiamo come rivitalizzare il riccio durante lo shampoo.

La prima cosa da fare è prendere la vostra piastra, avvolgerla con delicatezza in un panno e chiuderla ermeticamente in un cassetto!! Già, per avere i capelli sempre più definiti bisogna in primis smettere di piastrarli. Shampoo dopo shampoo noterete la differenza.

In secondo luogo, sarebbe bene munirsi di asciugamano in microfibra che avendo la capacità di assorbire maggiormente l’umidità, riduce sensibilmente l’utilizzo del phone, evitando quindi l’azione stressante sulla fibra capillare.

Ma veniamo ora al dunque.

1) SHAMPOO. Utilizzare lo shampoo adatto è sicuramente essenziale per la buona riuscita della nostra chioma.
In commercio esistono molti prodotti specifici, capaci di dominare l’effetto crespo e rendere i capelli più voluminosi con dei ricci definiti.

Pantene Ricci Perfetti € 2,80
Sunsilk Ricci Definiti € 2,30
Franck Provost – Expert Nutrition 750ml € 4,90
Fructis Hydra Ricci € 2,50


2) BALSAMO E MASCHERA. Le donne ricce lo sanno bene, non esiste passaggio più importante di quello dedicato all’idratazione. Nutrire il capello è infatti importantissimo. Il balsamo idrata e rende i capelli più docili al pettine, mentre la maschera li protegge dall’umidità, facilitandone la piega.

Maschera Fructis Hydra Ricci € 3,90
Biopoint Ricci disciplinati Balsamo 440 ml € 6,70
Pantene Balsamo Ricci Perfetti € 2,69


3)STYLING. Dopo averli risciacquati abbondantemente è tempo di tamponarli ed applicare il prodotto modellante.
Crema, spry, spuma… scegli quello che maggiormente di aggrada, magari facendo una combo di più prodotti.

N.B. i capelli ricci non vanno mai e poi mai strizzati o strofinati in modo aggressivo, ciò servirà solo ad incresparli.

Kerastase Discipline Mousse Curl Idea € 17,70
Pantene Spuma Ricci Perfetti € 3,49
L’Oréal Paris Stylista Curls Spray € 6,90
Adorn Supreme Hair Crema Ricci € 3,19


4)ASCIUGATURA. Arrivati a questo punto non resta che munirsi di diffusore e molta pazienza. L’asciugatura va effettuata a testa in giù e con il phone alla potenza minima, per scongiurare che l’aria rovini la naturale forma del riccio.

www.girlswithnaturalhair.com

Per ottenere dei ricci perfetti occorre sicuramente del tempo ma, la fatica verrà premiata ed il risultato sarà evidente! Miglioriamo il nostro stile, attraverso un costante impegno quotidiano!

Immagine

Condividi:

I 7 prodotti make-up che non possono mancare nel tuo beauty case

Condividi:

Come tutti, la mattina siamo sempre di corsa. Spesso facciamo colazione, ci laviamo, ci vestiamo e ci trucchiamo tutto d’un fiato.

Ma sappiamo realmente quali siano i prodotti da usare per realizzare un make up veloce, semplice ed ordinato?

In un mondo sempre più ricco di prodotti di bellezza, è diventato difficile individuare quanti e quali prodotti necessitiamo davvero per la nostra every-day make-up routine. Ecco perché, qui di seguito, proponiamo una lista di trucchi che non possono assolutamente mancare per una corretta base giornaliera:

1)CORRETTORE: al contrario di quanto si pensi, prima di stendere un velo di fondotinta, è necessario applicare il correttore su brufoli, discromie ed occhiaie.

www.douglas.it
€ 16,95


2)FONDOTINTA:
come preannunciato sopra, lo step successivo è quello del fondotinta. Questo deve essere sempre del colore del nostro incarnato, né più chiaro né più scuro.

www.thebeautynerd.nl
€ 32,10


3)MATITA PER SOPRACCIGLIA: 
Delle sopracciglia delineate ed ordinate cambiano realmente lo sguardo. Definirle infatti è essenziale per incorniciare ed enfatizzare i nostri lineamenti.

www.trepiprofumerie.com
€ 10,50


4)CIPRIA:
Fondamentale per fissare il fondotinta, la cipria serve ad opacizzare e levigare la pelle.

www.ecobelli.com
€ 12,90

5)TERRA, FARD, BLUSH: Per evitare di sembrare “la morte in vacanza”, non dimentichiamo mai di stendere un po’ di polvere sulle gote.

www.nyxcosmetics.com
€ 10,50

6)MASCARA: il rimmel è di vitale importanza per aprire ed intensificare lo sguardo, specie la mattina quando siamo assonnate.

cliomakeupshop.com € 14.50

7)BURRO CACAO O BALSAMO LABBRA: Portarne dietro sempre uno (magari colorato), non solo aiuterà a mantenere le labbra ben idratate ma garantirà quel tocco di luce che farà la differenza.

www.tigota.it € 1, 95

Condividi:

Primavera 2018: Blue is back!

Condividi:

La Primavera sembra tardare ma nei negozi stanno già facendo la loro comparsa i primi capi, tra i quali svetta solenne il blu.

ph:https://www.greenme.it

Dal cobalto al turchese, dal ceruleo all’acquamarina, dal navy al celeste: è proprio il blu a dominare le passerelle della collezione Primavera ’18.

Colore primario, insieme al rosso ed al verde, il blu è il tono complementare all’arancione.
La sua ampia gamma cromatica, permette di creare numerosi look sia da giorno che da sera, e consente di apprezzarlo nei più svariati capi: jeans, panta-palazzo, maglioni oversize, tailleur, blazer, camicette…

ph:http://mag.sky.it

Molti gli stilisti ed i brand che, già dall’anno scorso, hanno scelto questa tinta come emblema della loro collezione.
Marc Jacobs
, nella sua onirica collezione primaverile 2018, lo lega indissolubilmente al suo “key pice”: il turbante. John Galliano e Carolina Herrera, invece, lo propongono in lunghi abiti e gonne in tulle, prediligendo la nuance azzurro cieloGivenchy sceglie il blu ceruleo fautore di intense vibrazioni oceaniche, presentandolo in ampi e romantici vestiti da sera.

ph:http://www.satu.it

Immancabili  blu scuro e blu d’oltremare trasposti in abiti maschili , top e gonne lunghe plissettate.
Torna in carreggiata anche il turchese, colore capace di enfatizzare ogni tipo di outfit in modo elegante e sofisticato.
Novità assoluta è invece il Little Boy Blue, una fresca tonalità pastello, caratterizzato da un’aura serena e rilassata.

ph:https://blog.cliomakeup.com

Il blu è senza dubbio uno dei colori più eleganti e versatili:
si sposa perfettamente con tutte le sfumature del grigio e del giallo; risalta con tinte vivaci come rosa shocking e verde smeraldo; ed è indicato in abbinamento ai colori pastello per matrimoni e cerimonie. Ma il suo massimo lo ottiene abbinato al bianco, soprattutto nelle stagioni calde, proprio come la primavera.
Siete pronti a sfoggiato?

Condividi:

L’Oversize e la moda del Post-Sovietico

Condividi:

41686187NS_12_n_f

Già dall’anno scorso, abbiamo assistito, in maniera sempre più incalzante, alla celebrazione della moda post-sovietica.
Una moda fatta di scenari undergroundpaesaggi urbani marginali e degradati.
Una moda nuda e cruda, che incarna l’iperrealistica varietà sociale del meltingpot.

blog_160810_W_onfig_Look29_195956_tp

Il principale punto di attrazione, è senza dubbio, l’aura di esotismo che ruota attorno alle storie delle terre di confine dell’URSS:
Se un tempo i ragazzini europei puntavano al sogno americano, oggi desiderano,  improvvisamente,  entrare a far parte di questa particolare cosca, evoluzione di una cultura clubina e di uno stile intellectual-punk.

Oversize, androginia, destrutturazione e sovrapposizioni, sono questi i punti focali della nuova tendenza legata allo scenario pre-bellico, che sta mandando in estasi i fashion addicted di tutto il mondo.

171669M175003_1

Scritte-e-severita-il-nuovo-corso-di-Hood-by-Air-a-i-2016-2017_image_ini_620x465_downonly

 

 

 

Ph1:http://www.balenciaga.com
Ph2:https://totokaelo.com
Ph3:http://www.marieclaire.it
Ph4:https://www.ssense.com

 

 

Condividi:

Sopracciglia perfette

Condividi:

images
ph:https://it.answers.yahoo.com

Le sopracciglia incorniciano il viso dando profondità allo sguardo. Ma averle perfette, sembra essere una vera e propria impresa titanica.
Il nostro volto è asimmetrico. Ciò, non ci permette di avere delle sopracciglia perfettamente identiche. Ma non ci nega nemmeno la possibilità di provare a renderle quantomeno simili.

sopracciglia-ali-di-gabbiano
ph: http://www.benrasato.com/

Delle sopracciglia ben fatte, sono sempre composte da due rette: una ascendente ed una discendente. Queste due linee si incontrano in un punto di massima altezza, che può essere più o meno marcato.

In linea generale, è lecito affermare che esistono quattro macro categorie di sopracciglia:

1)Ad angolo morbido: dalla forma classica e dall’effetto naturale, indicate soprattutto per coloro che hanno un viso ovale.

img_trucchi_per_avere_sopracciglia_perfette_13169_600
http://www.uncome.it/

2)Ad ala di gabbiano:  dall’aspetto spigoloso, adatte soprattutto ai visi lunghi o tondi.

sopracciglia-ali-gabbiano
http://www.beautytester.it/

3)Arrotondate: perfette per armonizzare ed addolcire i volti spigolosi, come quelli a cuore o quadrati.

images-1
http://www.leshampiste.com/

4)Diritte: molto semplici, indicate per coloro che hanno una fronte larga oppure un viso molto allungato.

jessica-alba-luxury-baby-and-toddler-show-premiere-in-los-angeles-032
http://glossthebest.blogspot.it/

Il consiglio è quello di non allontanarci mai troppo dalla loro forma naturale, per evitare un risultato assai artefatto. Cerchiamo, quindi, di non stravolgerle, distanziarle o sfoltirle oltremodo.

Ricordiamoci che: delle sopracciglia troppo spesse, distorcono la vera forma degli occhi evidenziando il naso; quelle molto sottili, indurisconoinaspriscono e talvolta, involgariscono lineamenti e sguardo; mente quelle eccessivamente distanti, fanno apparire gli occhi piccoli e lontani.

download
Foto originali da:http://www.mitindo.it/ (1) e https://bescema.wordpress.com/(2)

Facendo tesoro di quanto detto in precedenza, muniamoci di grande pazienza, valide pinzette ed iniziamo:

Posizioniamo la pinzetta verticalmente accanto ad una delle due espansioni laterali del naso, le ali. Tracciamo quindi una linea immaginaria e segniamo, con una matita occhi, il punto di partenza del nostro sopracciglio (1).

Prendiamo nuovamente la pinzetta e posizioniamola tra l’ala nasale e il bordo esterno della pupilla, per segnare il punto nel quale dovrebbe inarcarsi al massimo il nostro sopracciglio (2).

Concludiamo segnando il tratto finale, continuando a mantenere la pinzetta accanto all’ala nasale e spostando l’altro estremo verso l’angolo esterno dell’occhio (3).

Accertiamoci, infine che punto iniziale e punto finale del nostro sopracciglio, siano alla medesima altezza (4).

sopracciglia_pf1

Il momento migliore per depilare le sopracciglia è subito dopo aver fatto la pulizia del viso. In quel frangente la pelle risulta più morbida ed i pori più dilatati.

2752414610-770x470
ph:http://www.donnaglamour.it/

Alla fine della nostra depilazione, è bene accorciare i peli più lunghi delle nostre sopracciglia. Per eliminare i peli che fuoriescono dal perimetro, basterà pettinare le sopracciglia prima verso l’alto e poi verso i basso, e tagliarli con una forbicina.

Condividi:

Collant: tendenze autunno inverno 2016/2017

Condividi:

In Tendenze AutunnoInverno 2016/2017, abbiamo detto che tra le varie novità in campo di moda, sarà presente un grandioso ritorno dei collant.

12889-mla20067960105_032014-y
http://ropa.mercadolibre.com.ar/

Eleganti e molto femminili, i collant nascono nel 1959 negli States ad opera di Allan Gant.
Dopo gli anni Sessanta e la comparsa della minigonna, essi diventano un vero e proprio must have femminile.

Oggi il primato qualitativo lo detiene l’Europa. In particolar modo, sono Francia ed Italia le maggiori produttrici di calze da donna.

Ma vediamo nel dettaglio le fantasie che domineranno le prossime stagioni.

1) Collant con disegni

calze-nere-a-pois-calzedonia
Calzedonia – Macro Pois Flock € 14,95 Foto:http://www.stylosophy.it

 

stelline
Calzedonia – Stelle Flock Nero – € 14,95 Foto: http://it.calzedonia.com/

 

cuori
Tezenis underwear – Collant 40 denari fantasia cuore Foto:http://it.tezenis.com/

 

2)Collant a rete

rete
Calzedonia – collant rete piccola – € 5,95 Foto:http://it.calzedonia.com/

__upl__images__moda__1527si_date_tights-jpg_w1000
Sisi – Collant effetto rete sovrapposta  Foto:http://www.sisi.com/


3) Collant in pizzo

hmprod
H&M – Collant in pizzo € 9,99 Foto:http://www2.hm.com/

pizzo
Goldenpoint – Collant pizzo bouquet – 9,99 € Foto:http://shop.goldenpoint.com/

4) Collant a righe

hmprod-1
H&M – Collant a righe € 7,99
Foto:http://www2.hm.com/

righe-calzedonia
Calzedonia –  Collant motivo Verticale € 9,95

Foto:http://it.calzedonia.com/

trasparenze
Calze Trasparenze – Collant a righe Sparta 120 den € 16,72
http://www.calzetrasparenze.com/

5) Collant longuette/coprenza differenziata

calzedonia-calze-nere
Calzedonia – collant longuette queen € 12,95 Foto:http://www.stylosophy.it/

 

kitty collant
Calzedonia – collant longuette kitty € 9,95 Foto:http://it.calzedonia.com/



6) Collant diamante

los
Goldenpoint – Collant losanghe 9,99 €
Foto:http://shop.goldenpoint.com/

collant-losanghe-effetto-tisse

Leg Avenue – Collant Losange  14,75€
Foto:http://www.pagineprezzi.it/

Condividi:

La DIETA dei SETTE giorni: DodoDiet

Condividi:

 

piatto-di-pasta-al-ragu
ph:http://www.kasanova.it/

Mantenersi in forma non è roba da poco, soprattutto in una nazione come l’Italia, da sempre sinonimo del “mangiar bene”.

Seguire una dieta, è un progetto spesso difficoltoso e sofferto. Sappiamo di voler perdere peso ma non abbiamo voglia di rinunciare al cibo. E’ per questo che, in primis, dobbiamo capire i perché della nostra decisione e, poi, lavorare sulle motivazioni, per riuscire a raggiungere il nostro obiettivo.

calendario
ph: http://www.oasport.it/

La cosa più complicata, quando scegliamo di seguire una dieta dimagrante, è avere pazienza. Vorremmo “tutto e subito” e questo non è assolutamente fattibile:
una dieta equilibrata consente di perdere al massimo un chilo a settimana. Se pensiamo di perdere peso più velocemente, siamo destinati a fallire, e/o a riprendere i chili persi in un batter d’occhio.

Dobbiamo quindi predisporci psicologicamente e fisicamente ad intraprendere questo cammino.

cropped-dodo-diet-logo1
ph:http://www.the-dodo-diet.com/

Per prepararci ad affrontare una dieta vera e propria, regolata da nutrizionisti esperti, possiamo pensare di svegliare il nostro corpo, con l’ausilio dei 7 giorni di dieta di Drew Priece: the Dodo Diet.

Questa dieta, che prende spunto dai digiuni purificatori di stampo religioso, si basa, sul “Intermittent fasting”, ovvero il digiuno ad intermittenza.
In sostanza, essa prevede quattro giornate in cui si mangia sano, intervallate da tre giornate di (quasi) digiuno.

cibo-sano
ph:http://www.shardanapersonaltraining.com/

Gli obiettivi di questa dieta sono essenzialmente tre:

1)La purificazione e l’espulsione di tossine.
2)La massimizzazione della combustione dei grassi, senza la perdita di tono muscolare.
3)La spinta ad una visone più “sana” del cibo.

dieta-di-natale
http://www.ideegreen.it

La dieta inizia con un “Day Off”, nel quale bisogna puntare su cibi salutari (frutta, verdura, legumi, cereali, pesce, carne bianca), ma senza eccedere.
Poi segue un “Day On”, in cui si devono consumare solo due pasti: colazione e cena, per un massimo di 500 calorie totali.
E così via fino al raggiungimento dei 7 giorni.

In entrambe le giornate, è possibile bere acqua, te verde e caffè ma senza latte, miele o zucchero.

salute-benessere
ph: http://www.aquariuscom.it/

Diminuire drasticamente le calorie permette al corpo di riattivare le reazioni metaboliche collegate alle privazioni alimentari. Sono proprio queste reazioni a rendere possibile una riattivazione del metabolismo e preparaci in modo migliore al nostro futuro regime alimentare.

 

Condividi:

Curiosità sul mondo della moda

Condividi:

Dieci curiosità sulla moda che forse non sai.

1)Dalle civiltà mesopotamiche fino al 400 d.C. circa, le gonne erano indossate da entrambi i sessi. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente fino all’alto Medioevo, esse vennero sostituite dalla tunica, andando mano a mano a scemare e restando prerogativa di donneclero.

6101976
http://arte-immagine.weebly.com/

2)La rivista che per la prima volta tratta di moda, è il Mercure Galant, fondato in Francia nel 1672. Il settimanale si occupava d’informazione generale ed era rivolto ad un pubblico di soli uomini.

3)Fino alla fine dell’Ottocento, gli abiti di colore nero, erano riservati esclusivamente ai lutti ed ai domestici.

ladys_maid_-_1
http://bibliotecaromantica.blogspot.it/

4)Ad Hong Kong, in Cina, esiste una facoltà dedicata interamente allo studio ed alla progettazione dei reggiseni.

5)Già nella Preistoria le collane erano uno speciale ornamento. Esse venivano realizzate con le ossa degli animali uccisi durante la caccia.

090515003
http://www.eyongs.com/

6)Prima della nascita delle sfilate di moda, le ultime tendenze del momento circolavano attraverso dipinti, bambole e stampa.

7)L’abito nuziale era anticamente in velluto e di colori sgargianti. Fu adottato in bianco dopo il 1840, quando la regina Vittoria, lo indossò per le sue nozze.

abiti-da-sposa-medievali-oscar-de-la-renta-2013
http://www.cafeweb.it/

8)Il nome “Jeans” deriva da “Gênes”, Genova in francese.
Il tessuto infatti, venne ideato, in Italia, per coprire le merci provenienti dal famoso porto.

9)Gli Ugg, gli stivali in montone, sono nati come “stivali da spiaggia”, con lo scopo di riscaldare i piedi ai surfisti, dopo il contatto con le acque ghiacciate.

946322-p-4x
http://www.zappos.com/

10)Non appena uscito, usare il Bikini in Italia, era un vero e proprio scandalo. I poliziotti facevano multe salate alle donne che osavano mostrare troppa pelle.

marilin-bikini4
https://claudiagrazianofashiondesigner.wordpress.com

Condividi: