L’Oversize e la moda del Post-Sovietico

Condividi:

41686187NS_12_n_f

Già dall’anno scorso, abbiamo assistito, in maniera sempre più incalzante, alla celebrazione della moda post-sovietica.
Una moda fatta di scenari undergroundpaesaggi urbani marginali e degradati.
Una moda nuda e cruda, che incarna l’iperrealistica varietà sociale del meltingpot.

blog_160810_W_onfig_Look29_195956_tp

Il principale punto di attrazione, è senza dubbio, l’aura di esotismo che ruota attorno alle storie delle terre di confine dell’URSS:
Se un tempo i ragazzini europei puntavano al sogno americano, oggi desiderano,  improvvisamente,  entrare a far parte di questa particolare cosca, evoluzione di una cultura clubina e di uno stile intellectual-punk.

Oversize, androginia, destrutturazione e sovrapposizioni, sono questi i punti focali della nuova tendenza legata allo scenario pre-bellico, che sta mandando in estasi i fashion addicted di tutto il mondo.

171669M175003_1

Scritte-e-severita-il-nuovo-corso-di-Hood-by-Air-a-i-2016-2017_image_ini_620x465_downonly

 

 

 

Ph1:http://www.balenciaga.com
Ph2:https://totokaelo.com
Ph3:http://www.marieclaire.it
Ph4:https://www.ssense.com

 

 

Condividi:

Curiosità sul mondo della moda

Condividi:

Dieci curiosità sulla moda che forse non sai.

1)Dalle civiltà mesopotamiche fino al 400 d.C. circa, le gonne erano indossate da entrambi i sessi. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente fino all’alto Medioevo, esse vennero sostituite dalla tunica, andando mano a mano a scemare e restando prerogativa di donneclero.

6101976
http://arte-immagine.weebly.com/

2)La rivista che per la prima volta tratta di moda, è il Mercure Galant, fondato in Francia nel 1672. Il settimanale si occupava d’informazione generale ed era rivolto ad un pubblico di soli uomini.

3)Fino alla fine dell’Ottocento, gli abiti di colore nero, erano riservati esclusivamente ai lutti ed ai domestici.

ladys_maid_-_1
http://bibliotecaromantica.blogspot.it/

4)Ad Hong Kong, in Cina, esiste una facoltà dedicata interamente allo studio ed alla progettazione dei reggiseni.

5)Già nella Preistoria le collane erano uno speciale ornamento. Esse venivano realizzate con le ossa degli animali uccisi durante la caccia.

090515003
http://www.eyongs.com/

6)Prima della nascita delle sfilate di moda, le ultime tendenze del momento circolavano attraverso dipinti, bambole e stampa.

7)L’abito nuziale era anticamente in velluto e di colori sgargianti. Fu adottato in bianco dopo il 1840, quando la regina Vittoria, lo indossò per le sue nozze.

abiti-da-sposa-medievali-oscar-de-la-renta-2013
http://www.cafeweb.it/

8)Il nome “Jeans” deriva da “Gênes”, Genova in francese.
Il tessuto infatti, venne ideato, in Italia, per coprire le merci provenienti dal famoso porto.

9)Gli Ugg, gli stivali in montone, sono nati come “stivali da spiaggia”, con lo scopo di riscaldare i piedi ai surfisti, dopo il contatto con le acque ghiacciate.

946322-p-4x
http://www.zappos.com/

10)Non appena uscito, usare il Bikini in Italia, era un vero e proprio scandalo. I poliziotti facevano multe salate alle donne che osavano mostrare troppa pelle.

marilin-bikini4
https://claudiagrazianofashiondesigner.wordpress.com

Condividi:

Sottotono: 3segreti per capire quale sia il nostro

Condividi:

Conoscere il sottotono del nostro incarnato, ci aiuta ad individuare i colori che più ci donano, sia per ciò che concerne il make-up che per quanto riguarda l’abbigliamento.

kissandmakeup01-still094matte
http://www.kissandmakeup01.com/

Il sottotono non è altro che il tono della nostra pelle.
A differenza della carnagione, che può variare a causa di vari fattori (come abbronzatura, alimentazione, sbalzi ormonali ecc), esso non cambia mai.

900px-choose-your-best-clothing-colors-step-1-version-2
http://it.wikihow.com/

Può essere giallo (caldo), rosa (freddo), oppure grigio (neutro).

Le popolazioni nordiche, quelle con occhi e carnagione chiara, solitamente, lo hanno freddo. Quelle mediterranee, olivastre e dagli occhi scuri, hanno un sottotono caldo; mentre le popolazioni caucasiche, lo hanno neutro.

Ma individuare il nostro sottotono da queste linee generali, non è sufficiente.
Nel corso dei secoli, invero, le varie etnie, si sono ampiamente mixate tra loro, dando origine ad una moltitudine di combinazioni diverse.
Oggi, infatti, non è raro trovare una persona con carnagione olivastra e sottotono freddo e viceversa.

different-skin-tones-feature
http://artofstyle.hucklebury.com/

Le tecniche per l’individuazione del sottotono sono essenzialmente tre:

sottotono-pelle
https://ilovecapelliricci.wordpress.com

A)LE VENE.
In primo luogo, dobbiamo osservare il colore delle nostre vene:
Se esse tendono al verde, il sottotono è giallo; se tendono al blu, il sottotono è rosa; se, invece, non riusciamo proprio a distinguerle, potremmo avere un sottotono grigio.

B)Il FOGLIO BIANCO.
Un’altra tecnica è quella del foglio bianco.
Avviciniamo un pezzo di carta bianca al collo ed osserviamo quali siano i colori che emergono a contatto con esso:
Se risaltano blu e rosa, il sottotono è freddo;
se osserviamo il verde ed il dorato, il sottotono è caldo.
Se non riusciamo a definire bene il colore, forse il nostro sottotono è neuro. I colori di chi ha un sottotono neutro, difatti, possono variare a seconda della stagione e dell’esposizione al sole.

C) FOULARDS.
L’ultima tecnica è quella dei foulards.
Accostiamo al viso, contemporaneamente, un foulard dorato ed uno argentato (andranno bene anche due collane).
Nel caso in cui sia la sciarpa argentata a sposarsi meglio con i nostri colori, avremmo un sottotono rosa.
Se dovesse essere quella dorata a fare la differenza, avremmo un sottotono giallo. Se invece, ci donano entrambe, parleremo di sottotono neuro.

Condividi:

Errori di stile: 7 scivoloni da evitare assolutamente!

Condividi:

Spesso, camminando per strada con un’amica, ci capita di scontrare qualcuno vestito in modo realmente eccentrico. E basta uno sguardo d’intesa che sembra dire: “ma quella come è vestita?!” per far partire una risata.
Ma noi siamo davvero certe di essere vestite sempre nel modo corretto e di conoscere esattamente ogni errore che sarebbe meglio evitare in campo di moda?

Ecco qui sette errori di stile da dribblare assolutamente:

1)I leggings non sono pantaloni: lasciamo un po’ di spazio all’immaginazione! Se non abbiamo una maglietta che copra il sedere, è davvero meglio evitare di usarli!

leg
Foto:http://www.cameliaandglitters.net/

2)Moderare i bijoux: less is more!! Se stiamo sfoggiando degli orecchini importanti, non va assolutamente indossata la collana; in ugual modo, se abbiamo già molti anelli, sarebbe meglio evitare i bracciali.

galateo-dei-gioielli
Foto:http://molu.it/

3)Calma con i colori: sarebbe opportuno non indossare più di tre colori per volta, per non aver un effetto Arlecchino.
Una giacca dalla fantasia eccentrica va abbinata a tinte unite!

estate-trash-NICKY-MINAJ
Foto:http://www.oggi.it/

4)Rispettiamo la nostra taglia: Comprare capi di una taglia in meno della nostra non ci farà apparire più magre, ANZI!
Non è affatto gradevole vedere le maniglie dell’amore strabordare dai pantaloni. Nella stessa misura, non bisogna esagerare con l’oversize e scomparire tra i vestiti. Rispettiamo la nostra fisicità (non sempre cammina di pari passo con le mode!)

JEANS_VITA_BASSA-kZd--1280x960@Produzione[1]
Foto:http://www.adnkronos.com/

5)Bilanciamo le scollature: il buon gusto suggerisce di non indossare una minigonna, abbinata ad una maglietta dalla scollatura profonda: o l’una o l’altra. L’essere sexy si distanzia di qualche centimetro di stoffa, dall’essere volgare.

6)Non si mixano le fantasie: se stiamo indossando un maglione a righe non possiamo mettere una camicia a quadri ed un pantalone a pois. Nè, tanto meno, possiamo abbinare più fantasie animalier!

A model presents a creation by Dries Van Noten during the 2014/2015 Autumn/Winter collection fashion show, on February 26, 2014 in Paris. AFP PHOTO / FRANCOIS GUILLOT (Photo credit should read FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)
Foto:http://www.girlpower.it/

7) No alle Griffe ad ogni costo: non sempre mostrare la marca del capo che stiamo indossando è sinonimo di eleganza, anzi, se si esagera diventa solo esibizionismo.

E voi cosa ne pensate? Quali sono i vostri ORRORI di moda?

Condividi:

Venti veloci espedienti per risolvere comuni problemi quotidiani

Condividi:

Di seguito, una breve lista di suggerimenti, astuzie e piccoli ingegni, utili nella quotidianità:

1) Per allargare delle scarpe strette, la soluzione migliore è quella di  indossare calzini grossi e fonare le calzature con aria calda.

62-736x4501
Foto tratta da: http://comefare.com/

2) Per dei capelli puliti più a lungo, basta lavarli prima col balsamo (lasciandolo agire per 5 min ca.) e poi con lo shampoo.

3) Mettere dello smalto trasparente all’interno degli anelli di bigotteria, evita le antiestetiche macchie alle dita.

4) Per ridare nuova vita ad un mascara ormai secco, bisogna immergerlo in acqua bollente per 1 minuto. In alternativa, lo si può rivitalizzare con 3 gocce di collirio rinfrescante alla camomilla (o del liquido per lenti a contatto).

23
Foto tratta da: http://www.pensa-positivo.it/

5) Nel caso in cui finisse l’eye-liner, usare il mascara con un piccolo pennello, può essere un’ottima soluzione sostitutiva.

6) Per avere delle ciglia più spesse e voluminose, è sufficiente applicare,
su di esse, del talco per bambini, prima di mettere il rimmel.

728px-Make-Your-Eyelashes-Longer-Step-2
Foto tratta da: http://it.wikihow.com/

7) Per pulire, perfettamente, il camoscio di scarpe e borse, occorrono solo: acqua tiepida, latte e un panno morbido.

8) Sembra folle ma, il modo migliore per evitare gli aloni di sudore sui vestiti, è appiccicare un salva-slip all’interno delle maniche.

trucos_para_chicas_4
Foto tratta da: http://lavozdelmuro.net/

9) Per ottenere un risultato naturale con il correttore, bisogna disegnare un triangolo, al posto della solita linea curva.

1457603606-syn-xxx-triangle
Foto tratta da: http://www.cosmopolitan.it/

10) Quando manca lo struccante, usare l’olio d’oliva, per togliere i residui di trucco, è l’alternativa vincente.

Come-usare-olio-d’oliva-come-struccante-770x470
Foto tratta da: http://www.donnaglamour.it/

11) Un’applicazione perfetta del blush, la si ha distanziandolo dal naso, di due dita circa.

Come-applicare-e-scegliere-il-blush-per-un-trucco-perfetto
Foto tratta da:http://bellezza.pourfemme.it/

12) E’ possibile, eliminare le bollicine che si formano sulle unghie applicando uno smalto matt, ponendo quest’ultimo in frigo, un’ora prima della stesura.

13) Picchiettare un gloss al centro delle labbra, attira la luce, facendole apparire più rimpolpate.

tumblr_inline_mxn6z8l7jO1snkv2o
Foto tratta da: http://blog.glaamy.com/

14) Pulire i pennelli con shampoo e balsamo, una volta a settimana, aiuta a combattere la formazione di batteri, prima causa dei brufoli sul viso.

15) Lo smalto sbeccato si può sistemare velocemente, sovrapponendo ad esso, uno glitterato.

glitter-sulla-punta-delle-unghie
Foto tratta da: http://www.stylosophy.it/

16) Per risolvere il problema delle bretelline del reggiseno in vista,
occorre solo una graffetta, incastrata tra le spalline.

10393724_743419955701069_7850944569207594542_n
Foto tratta da: https://www.spettegolando.it

17) La soluzione perfetta per asciugare rapidamente lo smalto, è immergere le mani in acqua e ghiaccio, per circa due minuti.

18) Per curvare bene le ciglia, è comodo scaldare il piegaciglia con un asciugacapelli.

riscaldare-il-piegaciglia
Foto tratta da: http://bellezza.pourfemme.it/

19) Per unghie più forti, è utile applicare una crema-contorno-occhi, sulle cuticole; questa, le rinforza e fa in modo che crescano più rapidamente.

20) Un pezzo di gomma per cancellare, risulta essere un perfetto sostituto quando si perde una farfallina dell’orecchino.

trucos_para_chicas_9
Foto tratta da: http://lavozdelmuro.net/

 

Condividi: