Primavera 2018: Blue is back!

Condividi:

La Primavera sembra tardare ma nei negozi stanno già facendo la loro comparsa i primi capi, tra i quali svetta solenne il blu.

ph:https://www.greenme.it

Dal cobalto al turchese, dal ceruleo all’acquamarina, dal navy al celeste: è proprio il blu a dominare le passerelle della collezione Primavera ’18.

Colore primario, insieme al rosso ed al verde, il blu è il tono complementare all’arancione.
La sua ampia gamma cromatica, permette di creare numerosi look sia da giorno che da sera, e consente di apprezzarlo nei più svariati capi: jeans, panta-palazzo, maglioni oversize, tailleur, blazer, camicette…

ph:http://mag.sky.it

Molti gli stilisti ed i brand che, già dall’anno scorso, hanno scelto questa tinta come emblema della loro collezione.
Marc Jacobs
, nella sua onirica collezione primaverile 2018, lo lega indissolubilmente al suo “key pice”: il turbante. John Galliano e Carolina Herrera, invece, lo propongono in lunghi abiti e gonne in tulle, prediligendo la nuance azzurro cieloGivenchy sceglie il blu ceruleo fautore di intense vibrazioni oceaniche, presentandolo in ampi e romantici vestiti da sera.

ph:http://www.satu.it

Immancabili  blu scuro e blu d’oltremare trasposti in abiti maschili , top e gonne lunghe plissettate.
Torna in carreggiata anche il turchese, colore capace di enfatizzare ogni tipo di outfit in modo elegante e sofisticato.
Novità assoluta è invece il Little Boy Blue, una fresca tonalità pastello, caratterizzato da un’aura serena e rilassata.

ph:https://blog.cliomakeup.com

Il blu è senza dubbio uno dei colori più eleganti e versatili:
si sposa perfettamente con tutte le sfumature del grigio e del giallo; risalta con tinte vivaci come rosa shocking e verde smeraldo; ed è indicato in abbinamento ai colori pastello per matrimoni e cerimonie. Ma il suo massimo lo ottiene abbinato al bianco, soprattutto nelle stagioni calde, proprio come la primavera.
Siete pronti a sfoggiato?

Condividi:

L’Oversize e la moda del Post-Sovietico

Condividi:

41686187NS_12_n_f

Già dall’anno scorso, abbiamo assistito, in maniera sempre più incalzante, alla celebrazione della moda post-sovietica.
Una moda fatta di scenari undergroundpaesaggi urbani marginali e degradati.
Una moda nuda e cruda, che incarna l’iperrealistica varietà sociale del meltingpot.

blog_160810_W_onfig_Look29_195956_tp

Il principale punto di attrazione, è senza dubbio, l’aura di esotismo che ruota attorno alle storie delle terre di confine dell’URSS:
Se un tempo i ragazzini europei puntavano al sogno americano, oggi desiderano,  improvvisamente,  entrare a far parte di questa particolare cosca, evoluzione di una cultura clubina e di uno stile intellectual-punk.

Oversize, androginia, destrutturazione e sovrapposizioni, sono questi i punti focali della nuova tendenza legata allo scenario pre-bellico, che sta mandando in estasi i fashion addicted di tutto il mondo.

171669M175003_1

Scritte-e-severita-il-nuovo-corso-di-Hood-by-Air-a-i-2016-2017_image_ini_620x465_downonly

 

 

 

Ph1:http://www.balenciaga.com
Ph2:https://totokaelo.com
Ph3:http://www.marieclaire.it
Ph4:https://www.ssense.com

 

 

Condividi:

Collant: tendenze autunno inverno 2016/2017

Condividi:

In Tendenze AutunnoInverno 2016/2017, abbiamo detto che tra le varie novità in campo di moda, sarà presente un grandioso ritorno dei collant.

12889-mla20067960105_032014-y
http://ropa.mercadolibre.com.ar/

Eleganti e molto femminili, i collant nascono nel 1959 negli States ad opera di Allan Gant.
Dopo gli anni Sessanta e la comparsa della minigonna, essi diventano un vero e proprio must have femminile.

Oggi il primato qualitativo lo detiene l’Europa. In particolar modo, sono Francia ed Italia le maggiori produttrici di calze da donna.

Ma vediamo nel dettaglio le fantasie che domineranno le prossime stagioni.

1) Collant con disegni

calze-nere-a-pois-calzedonia
Calzedonia – Macro Pois Flock € 14,95 Foto:http://www.stylosophy.it

 

stelline
Calzedonia – Stelle Flock Nero – € 14,95 Foto: http://it.calzedonia.com/

 

cuori
Tezenis underwear – Collant 40 denari fantasia cuore Foto:http://it.tezenis.com/

 

2)Collant a rete

rete
Calzedonia – collant rete piccola – € 5,95 Foto:http://it.calzedonia.com/
__upl__images__moda__1527si_date_tights-jpg_w1000
Sisi – Collant effetto rete sovrapposta  Foto:http://www.sisi.com/


3) Collant in pizzo

hmprod
H&M – Collant in pizzo € 9,99 Foto:http://www2.hm.com/
pizzo
Goldenpoint – Collant pizzo bouquet – 9,99 € Foto:http://shop.goldenpoint.com/

4) Collant a righe

hmprod-1
H&M – Collant a righe € 7,99
Foto:http://www2.hm.com/

righe-calzedonia
Calzedonia –  Collant motivo Verticale € 9,95

Foto:http://it.calzedonia.com/

trasparenze
Calze Trasparenze – Collant a righe Sparta 120 den € 16,72
http://www.calzetrasparenze.com/

5) Collant longuette/coprenza differenziata

calzedonia-calze-nere
Calzedonia – collant longuette queen € 12,95 Foto:http://www.stylosophy.it/

 

kitty collant
Calzedonia – collant longuette kitty € 9,95 Foto:http://it.calzedonia.com/



6) Collant diamante

los
Goldenpoint – Collant losanghe 9,99 €
Foto:http://shop.goldenpoint.com/

collant-losanghe-effetto-tisse

Leg Avenue – Collant Losange  14,75€
Foto:http://www.pagineprezzi.it/

Condividi:

Curiosità sul mondo della moda

Condividi:

Dieci curiosità sulla moda che forse non sai.

1)Dalle civiltà mesopotamiche fino al 400 d.C. circa, le gonne erano indossate da entrambi i sessi. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente fino all’alto Medioevo, esse vennero sostituite dalla tunica, andando mano a mano a scemare e restando prerogativa di donneclero.

6101976
http://arte-immagine.weebly.com/

2)La rivista che per la prima volta tratta di moda, è il Mercure Galant, fondato in Francia nel 1672. Il settimanale si occupava d’informazione generale ed era rivolto ad un pubblico di soli uomini.

3)Fino alla fine dell’Ottocento, gli abiti di colore nero, erano riservati esclusivamente ai lutti ed ai domestici.

ladys_maid_-_1
http://bibliotecaromantica.blogspot.it/

4)Ad Hong Kong, in Cina, esiste una facoltà dedicata interamente allo studio ed alla progettazione dei reggiseni.

5)Già nella Preistoria le collane erano uno speciale ornamento. Esse venivano realizzate con le ossa degli animali uccisi durante la caccia.

090515003
http://www.eyongs.com/

6)Prima della nascita delle sfilate di moda, le ultime tendenze del momento circolavano attraverso dipinti, bambole e stampa.

7)L’abito nuziale era anticamente in velluto e di colori sgargianti. Fu adottato in bianco dopo il 1840, quando la regina Vittoria, lo indossò per le sue nozze.

abiti-da-sposa-medievali-oscar-de-la-renta-2013
http://www.cafeweb.it/

8)Il nome “Jeans” deriva da “Gênes”, Genova in francese.
Il tessuto infatti, venne ideato, in Italia, per coprire le merci provenienti dal famoso porto.

9)Gli Ugg, gli stivali in montone, sono nati come “stivali da spiaggia”, con lo scopo di riscaldare i piedi ai surfisti, dopo il contatto con le acque ghiacciate.

946322-p-4x
http://www.zappos.com/

10)Non appena uscito, usare il Bikini in Italia, era un vero e proprio scandalo. I poliziotti facevano multe salate alle donne che osavano mostrare troppa pelle.

marilin-bikini4
https://claudiagrazianofashiondesigner.wordpress.com

Condividi:

12 capi must have per le 30enni

Condividi:

Beh, si fa presto a dire: “trent’anni”.
Spesso, arrivati a questo traguardo, ci si volta indietro con un po’ di malinconia ed il terrore di aver ormai varcato, tassativamente, la soglia della crema antirughe.
I chili aumentano, il viso cambia ed iniziano a comparire i primi capelli bianchi.
Sappiamo, però, che ci sono passati in molti e che comunque si sopravvive.
Fortunatamente, poi, esistono quarantenni che ci fanno pensare: «io nemmeno a venti ero così in forma!» ed allora tiriamo un sospiro di sollievo.

Certo è che, un Quattro Bianchi durante la settimana, non è più la stessa cosa di dieci anni fa. Ma, per lo meno, ora abbiamo chiari i nostri obiettivi ed abbiamo smesso di piagnucolare il solito motivetto: «Ma io chi sono? Cosa voglio fare della mia vita??».

I cambiamenti sono stati molti: fidanzati, amici, prospettive ed ambizioni.
Ma dal punto di vista del vestiario, siamo cambiati o abbiamo sempre lo stesso look? Sappiamo davvero cosa non deve assolutamente mancare tra le nostre cose?

30
http://ostia.unicusano.it/

1)Decolleté basse, nere di pelle.
Donano un tocco elegante e ricercato a qualunque tipo di outfit.product-michael-kors-decollete-in-pelle-colore-navy-69243754
http://www.stylight.it/

2)Camicia in seta.
Un piccolo lusso dalla classe senza tempo, che chiunque dovrebbe concedersi almeno una volta nella vita.

camicia-di-seta-gira-giugrave
http://it.aliexpress.com/

3)Pantaloni dal taglio maschile.
Dalle linee morbide, accarezzano le gambe, senza evidenziarle. Perfetti se indossati con le scarpe con il tacco.

pantaloni
http://www.verycool.it/

4)Catenina sottile.
Delicata e fine, è utilizzabile per il resto della nostra vita.

parure_collana-pcl4315tm-parure_collana-1-pcl4315tm
https://www.gioiellerianicolis.it

5)Punti luce.
Icone d’eleganza, conferiscono al volto un tocco bon ton, a qualsiasi età.

puntiluceorecchini
http://www.torinogioielli.com/

6)Bauletto.
Da portare a mano, sottobraccio o a tracolla, è pratico, capiente ed intramontabile.

18-bauletto-medio-geo-tortora-alviero-martini-d014
https://www.valigeriaambrosetti.it

7)Cintura  basic in pelle.
Dalle fattezze pulite e geometriche, conferisce subito un accento autoritario.

cintura-uomo-donna-pelle-vitello-classica-elegante-824310
http://www.labottegadelcalzolaio.it/

8)Blazer.
Capo intermedio tra la giacca ed il cardigan, il blazer è perfetto per questa fascia d’età, in quanto risulta ricercato ma al contempo casual.

hm-blazer-in-jersey-650x975
http://www.diredonna.it/

9)Trench.
Leggero e resistente è un capo classico e senza tempo. Che comunque si conferma attuale il prossimo autunno/inverno.

ladies-font-b-coat-b-font-women-2016-london-fashion-designer-brand-classic-european-font-b
https://th.aliexpress.com

10)Longuette.
L’intramontabile gonna a tubino, la longuette  è da sempre sinonimo di femminilità e seduzione.

office-clothes-for-women-520x663
http://fotogallery.donnaclick.it/

11)Occhiali da Diva.
L’unico accessorio in grado di conferire ad ogni donna un’aura di fascino e mistero.

occhiali-da-sole-dolce-e-gabbana-nuovi-modelli-estate-2012-default-121892-0
http://lei.excite.it/

12)Foulard.
Accessorio chic che ravviva e caratterizza immediatamente ogni outfit. Da indossare sia al collo che tra i capelli.
treccia1
http://www.opcosmetics.com/

Condividi:

Qual è il tuo stile?

Condividi:

Haruki Murakami, famoso scrittore giapponese, afferma che: “ogni persona ha un suo proprio colore, una tonalità la cui luce trapela, appena appena, lungo i contorni del corpo”.

Esprimere noi stessi ed il nostro “colore interiore”, attraverso il vestiario, è uno dei metodi che abbiamo per svelare, o nascondere, chi siamo realmente.
Ciò che indossiamo, parla di noi, della nostra vita, della nostra personalità, dei nostri stati d’animo; racconta di ciò che gelosamente custodiamo o, di quello che, decidiamo di palesare al mondo intero.

E’ giusto che la moda venga presa così:
come un gioco attraverso il quale è possibile rivelarsi ed esprimersi, ma soprattutto, attraverso cui è dato stare bene con noi stessi.

Le norme che regolano il vestiario a cui sottostiamo, ci identificano ma soprattutto, ci collocano, in un determinato momento storico.
Essere sempre al passo coi tempi non è, però, roba da poco. La moda, come l’arte, infatti, è infinitamente mutabile ed in continua evoluzione.

In questo costante divenire, capita però di perdersi o di non riconoscersi, in nessuna delle tendenze del momento. Questo succede perché, a volte, non siamo in grado di accettarci, altre, perché non conosciamo abbastanza di noi stessi, o ancora, perché non abbiamo mai esercitato il nostro gusto.
E’ quindi importante, a tal proposito, tentare di scoprire il nostro stile, attraverso un grosso impegno quotidiano. Comprendendo cosa ci stia bene indosso e cosa no, quali siano i tagli ed i colori che esaltino la nostra bellezza e quali la smorzino.

Insomma, per capire quale sia realmente il nostro stile, dobbiamo analizzare nel profondo cosa ci piace indossare e quali sensazioni vogliamo sentire guardandoci e mostrandoci agli altri.
Vestirsi comporta una ferrata conoscenza di se stessi ed un’accettazione consapevole del proprio corpo; altrimenti si sta solo scegliendo cosa indossare…

25-dism
http://www.psicologo-parma-reggioemilia.com/
Donna allo specchio – Theo van Rysselberghe (1907)

Condividi:

Tendenze autunno/inverno 2016/2017

Condividi:

Arriva l’autunno e con lui le nuove tendenze in campo di moda. Quest’anno tutte, o quasi tutte, hanno un sapore decisamente vintage ed un profumo rétro.

tom-ford-po-rf16-0004_oggetto_sfilata_430x620
http://www.elle.it/

Tornano, prorompenti, tessuti come lana, vernice, velluto e camoscio.
Le stampe protagoniste sono il tartan, le righe, i fiori, le stelline e la fantasia patchwork.

Copyright © 2013 infinitas. Article Photo for Denim Jeans Observer www.denimjeansobserver.com All brands, product names, corresponding products, supplementary materials, graphic or photographic images, licenses, registered trademarks, trademarks and service marks are the property of their respective owners.
Copyright © 2013 infinitas.
Article Photo for Denim Jeans Observer
www.denimjeansobserver.com
All brands, product names, corresponding products, supplementary materials, graphic or photographic images, licenses, registered trademarks, trademarks and service marks are the property of their respective owners.

Questo, è l’inverno delle tinte chiare come: rosa, giallo, acquamarina, panna e silver; ma vedremo anche dei capi dai toni più caldi come: senape, rosso mattone, verde militare, oro, bronzo e rosa antico. Intramontabili ed onnipresenti, il bianco ed il nero, soprattutto in chiave total.

lanvin-rf14-4934_oggetto_sfilata_430x620_oggetto_editoriale_720x600
http://www.elle.it/

Trai cappelli il Fishermen Papalina, comunemente chiamato “cappello a cuffia”, sarà il più gettonato. Semplice, basic ma dal tocco rock.

gucci-sfilata-ai-2016-2017-1000-12
http://www.beautydea.it/

Ci sarà un grande ritorno dei collant, dalle mille fantasie e dai mille colori.

slider-calze
http://www.iodonna.it/

Ma sarà la camicetta bianca, evergreen d’eccellenza, la vera regina di questo inverno.
Nella più classica delle versioni, in cotone, alla più eccentrica, con ruches e volants, diventerà protagonista immancabile delle nostre giornate autunnali.

nara-camicie-2017-catalogo-pizzo
http://www.smodatamente.it/

Tra i soprabiti vedremo invece: cappotti, soprattutto in color cammello, dallo stile doppiopetto/trench; chiodi, rigorosamente in nero e di pelle (o simil-pelle); giubbotti di Jeans, dal lavaggio sia scuro che chiaro, lisci o con inserti; ed impermeabili lunghi, gommati ed in vernice.

tendenze-moda-inverno-2016-2017-chiodo
http://www.blackstarstyle.com/
cappotto-cammello-tendenza-moda-autunno-inverno-2016-2017-868x600_oggetto_editoriale_720x600
http://www.elle.it/

Non possiamo non annoverare, parlando delle prossime stagioni, il vestito in maglia.
In lana, o in caldo cotone, abbinato ai cuissards, rappresenta un must have delle passerelle e dello street style.

img_9169
http://lesfemmesrebelles.blogspot.it/

Oltre ai cuissard, i famosi stivali al ginocchio (che saranno comunque le calzature più in voga), tra le scarpe, andrà molto lo stile androgino:
Si riconfermano, le inglesine stringate chic ed eleganti ma entrano in campo le Brogue in fibbia e le Oxford in vernice.

dgsupe2017-02
http://scarpealte-scarpebasse.it/

Concludiamo con le borse.
Quelle che vedremo maggiormente nei negozi, questo autunno-inverno, saranno, senza dubbio, le borse a tracolla e gli zaini.
Comodi in ogni situazione, dal lavoro al tempo libero.

pal-zileri-autunno-inverno-2016-2017_image_ini_620x465_downonlybottega-veneta-autunno-inverno-2016-2017_image_ini_620x465_downonly
http://scarpealte-scarpebasse.it/

Condividi:

I colori nell’abbigliamento

Condividi:

Nei primi anni del ‘900, un virtuoso pittore svizzero, Johannes Itten, ideò uno strumento che diede un’importante svolta nel campo dei colori:
il Cerchio di Itten.

itten-cerchio-cromatico
http://www.maestramarta.it/

Esso è composto da un triangolo centrale che comprende i colori primari (il rosso, il giallo e il blu); dalle cui mescolanze si sviluppano, attorno al triangolo, i colori secondari, formando un esagono (il verde, l’arancione ed il viola). Chiudono il cerchio i colori terziari, ovvero quelli ottenuti da ulteriori mix.

Le norme, che possono essere estrapolate da questo cerchio, sono essenzialmente quattro:

1)Mai abbinare due colori primari o secondari.
2)Mai combinare insieme diverse gradazioni dello stesso colore, quindi vicini tra loro (a mano che non siano di un tono nettamente diverso).
3)Mai abbinare più di tre colori differenti alla volta.
4)Le coppie di colori complementari si esaltano tra loro.

download
http://www.bebeepadv.com/

E’ possibile traslare queste norme dalla pittura alla moda.
Queste stesse regole, infatti, sono un eccellente punto di partenza per chi ha difficoltà negli accostamenti cromatici.

manichini-cesena
https://comunicazionedigenere.wordpress.com

Per dar vita al nostro outfit, è buona norma partire sempre da un colore base: Solitamente vengono usati per tale scopo, il bianco, il blu scuro, l’avorio, il nero, il grigio ed il marrone scuro.

Colore base chiaro:
a542b2750d43a453a93ef868c394453b
https://it.pinterest.com

Quando ci riferiamo a colori di base chiara con l’aggiunta di colori chiari, parliamo, per lo più di abbinamenti che vengono utilizzati per sottolineare ed evidenziare la nostra silhouette, soprattutto in estate.

In linea di massima, sappiamo che il bianco è facilmente abbinabile e sta bene con tutto. Esso infatti può essere accostato a tinte pastello o neutre, come il rosa o il tortora, oppure, a colori vivi ed intensi, come il rosso o il blu Royal.

abito-bianco
http://www.10elol.it/

L’abbinamento con base chiara dà modo di far risaltare accessori e capi più particolari, come nel caso del blazer blu, in foto.

Dal tocco fresco e primaverile, sono basi chiare: come celeste, albicocca o giallo pergamena.
Più invernale, ma comunque molto elegante è, di contro, l’accostamento beige e bordeaux che dona subito un tocco “bon ton“.

y
http://www.polyvore.com/

Colore base scuro:
Insieme al bianco, il colore che meglio si abbina ai nostri capi, è sicuramente il nero. L’unione di un colore chiaro al nero, non solo ci aiuta ad evidenziare i nostri punti di forza e nascondere quelli critici, ma è capace anche di fornire all’intero look, un tocco davvero elegante.

abbinare-giallo-nero
http://www.salt-eco.com/

Parlando dell’abbinamento del nero con un colore scuro, non possiamo non annoverare l’unione nero e grigio, che rappresentano un altro abbinamento eccellente ed impeccabile. Ma è consigliato abolirlo in estate, per evitare l’effetto “cupo e triste”.

Facilmente accoppiabile con nero e marrone, è  il verde militare, uno dei colori must have del prossimo autunno/inverno.

1-look-camicia-oliva
http://www.stylosophy.it/

Nel video sottostante, un riassunto di alcuni abbinamenti semplici ma d’effetto.
Video
video estratto da Facebook.com

Condividi:

What’s in My Beach Bag?

Condividi:

Cosa mettere nella borsa per il mare?

Partiamo col dire, che indipendentemente dalla forma e dal colore, la borsa in questione, dev’essere, innanzi tutto, capiente. Inoltre, poiché  dovrà contenere molteplici oggetti diversi, è importante che abbia molte tasche. In mancanza di tasche bisognerà munirsi di una pochette, dove mettere le piccole cose come chiavi, telefonino o cuffiette, altrimenti sarà difficile scovarle.

Ma bando alle ciance e partiamo con la nostra lista:

1.Telo Mare: Chiaramente il telo rappresenta il punto cardine della nostra borsa. E’importante che sia delle dimensioni adatte, per contenerci per intero; e se vogliamo dare un tocco chic, che si abbini al nostro costume.

creare-spugna
blogmamma.it

2.Prodotti Solari: Le creme protettive non devono mai mancare nella nostra borsa mare, nemmeno a fine stagione. Per la scelta, del prodotto solare più adatto al nostro tipo di pelle, è meglio chiedere suggerimento in farmacia. Tutti siamo a conoscenza del fatto che, un’errata esposizione al sole, è causa dell’insorgenza di neoplasie della pelle e melanomi cutanei.

Come regola generale, è consigliabile applicare la crema protettiva mai inferiore ai 15 SPF, in casa, prima di esporsi al sole, e riapplicarla nello stesso quantitativo ogni due ore.
Anche i capelli necessitano protezione: oggi sono in commercio una miriade di prodotti spray atti proprio a tale scopo.

images
ph:www.donnemagazine.it

3.Acqua:  Si raccomanda di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Ma quando si è al mare, il nostro corpo ne necessita ancora di più. I frequenti mal di testa che, spesso, ci assalgono sulla spiaggia, sono, infatti, causati da un’insufficiente quantitativo d’acqua ingerito.

benefici-dell-acqua
ph:viverepiusani.it

4.Cappello in Paglia: Un cappello, oltre a conferirci un tocco glam, è indispensabile per proteggere la nostra testa dai raggi solari.

cappello_4017d
ph: www.ilbuongiorno.it


5.Spruzzino: fondamentale per rinfrescarci quando fa troppo caldo, senza necessariamente tuffarsi in acqua.

spruzzino
svolgimentoblog.com

6.Pettine ed Elastici: Con la salsedine ed il vento, i nostri capelli tendono ad annodarsi ed incresparsi. Va quindi tenuto sempre in borsa un “kit di sopravvivenza”, formato da forcine, mollettoni, fasce, e tutto ciò che può esserci utile per mantenere la nostra capigliatura in ordine.

N.B. il pettine dev’essere imprescindibilmente a denti larghi, dato che i capelli bagnati tendono a spezzarsi più facilmente.

Pettine-in-Legno-di-Faggio-Corto
ideabellezza.it

7.Libro, giornale o rivista:  non c’è posto migliore in cui  abbandonarsi al relax, senza l’utilizzo di smartphone e simili.

libro-spiaggia-670x380
promodaunia.it

8.Spuntino: Anche se a pochi passi dalla spiaggia sono quasi sempre disponibili dei bar, è comunque utile avere a disposizione uno snack, come un pacchetto di crackers o una barretta ai cereali, da sgranocchiare all’occorrenza.

barrette-dietetiche-fai-da-te-ricette-migliori-3-640x426
nonsprecare.it

9. Occhiali da Sole: proteggono il contorno occhi fornendo un tocco fashion al nostro look. Magari preoccupiamoci di portarne un paio poco costosi, dato che sabbia e salsedine tendono a graffiarli.

noce-di-cocco,-stella-di-mare,-occhiali-da-sole,-spiaggia-174056
immagini.4ever.eu

10.Giochi da spiaggia: una palla, un mazzo di carte, o un paio di racchette, renderanno, senza dubbio, la nostra giornata più divertente.

Giochi-Mediterraneo-su-spiaggia-Pescara
rete8.it

11. Copricostume:
 utile per sedersi al bar e gustare un panino o un gelato, in piena tranquillità.

Fiorella-rubino-costumi-2016-1000-11
beautydea.it

 

Condividi:

Costume da bagno: come scegliere quello giusto

Condividi:

Arriva l‘estate e la tanto odiata prova costume.
Ma perché sentirsi sempre così a disagio?

http://dannatamentedonna.com/

Molte di noi, durante l’acquisto del costume da bagno, si lasciano spesso influenzare dalle mode e dalle stampe del momento; senza preoccuparsi minimamente di come, in concreto, il costume ci stia indosso.
E poi, magari, una volta a casa, guardandoci allo specchio, ci sentiamo, inutilmente, brutte, grasse ed inadeguate!

Woman in bikini on the beach, pinching her paunch
http://5p2p.it/

Le prime fondamentali regole per la scelta del costume perfetto sono:

1.Non interessarsi delle tendenze (o per lo meno, valutare se siano adatte a noi).
2. Non pensare troppo a come ci abbronzeremo (dato che si può sempre prendere il sole in terrazza o in giardino, al fine di omogeneizzare il colorito).

Posto questo vediamo come scegliere il modello in base alla nostra fisicità.

forme-corpo-base2
http://www.modaperprincipianti.com/

Fisico a pera:
Il fine ultimo della scelta di un costume per un fisico a pera, è quello di optare per qualcosa che allarghi otticamente la parte superiore della figura, diminuendo quella inferiore.

Sono quindi consigliati tutti quei costumi con il pezzo superiore che attiri l’attenzione su di sé, attraverso delle fantasie e dei colori appariscenti, oppure con ruches ed applicazioni.
Sono ideali i bikini che lascino scoperte le spalle.

Lo slip deve mantenere, invece, una linea pulita e, possibilmente, essere di un unico colore e con dei fiocchetti ai lati.
Da evitare lo slip a vita troppo bassa prediligendo quella alta.

NB: più alta è la sgambatura, più la gamba sembrerà slanciata.

Per quanto riguarda il costume intero, sono perfetti, per questa tipologia di donna, quelli senza spalline o con uno scollo a V.

costume-fascia-america
http://www.costumilingerie.it/

Fisico a triangolo:
E’ il più raro da incontrare in una donna, in quanto si tratta di un fisico androgino.

Qui l’obiettivo è chiaramente quello di ampliare otticamente la parte inferiore del corpo, per distogliere l’attenzione da quella superiore.

Il punto forte delle donne a triangolo invertito, sono le gambe: quindi mettiamole in evidenza, optando per delle fantasie e dei colori accesi, nello slip, meglio ancora se si tratta di culottes.

Per la parte superiore è necessario scegliere un reggiseno con spalline abbastanza larghe o coppe capienti (per minimizzare il seno).
Sono suggeriti bikini a triangolo o  reggiseni a balconcino.

Come costume intero, è adatto quello con lo scollo a cuore.

cr3665-750x750
http://www.cinderella.it/

Fisico a mela:
Per questo tipo di fisico, il costume più indicato è quello intero; magari con dei dettagli che incorniciano il seno, delle parti drappeggiate o una scollatura a V.

Anche un costume in stile anni Quaranta (con la parte inferiore a vita molto alta e magari di colore scuro) può aiutare ad assottigliare il punto vita.

Per le amanti dei due pezzi: è consigliabile uno slip sgambato con delle ruches; o più semplicemente una coulotte. Nella parte superiore, è bene optare, invece, per un reggiseno a balconcino o con lo scollo all’americana .

a-curve
http://www.thinkdonna.it/

Fisico a rettangolo:
E’ tipico delle donne naturalmente magre o sportive. Si caratterizza con spalle e fianchi della stessa proporzione ed un punto vita appena accennato.

Le donne con questo tipo di fisico possono indossare qualunque tipo di fantasia o di colore. Anzi, i colori e le stampe monotone, le spengono notevolmente.

Per le donne rettangolo si consiglia il push-up in dei bikini che si allacciano sul davanti; oppure dei reggiseni con ruches, frange e volants.
Assolutamente banditi i costumi a fascia (a meno che non siano abbondantemente arricchiti).
Sconsigliate anche le tinte unite.

Per gli slip, sono perfetti quelli a gonnellino e a vita molto bassa. Interessante, anche la soluzione degli shorts da mare, che indipendentemente dal colore, fanno sembrare i fianchi più larghi.

Al posto del classico costume intero, sono caldamente consigliati i trikini che creano curve e volume dove, in realtà, non ce n’è.

yamamay-costumi-2016-1000-4
http://www.beautydea.it/

Fisico a clessidra:
Il fisico a clessidra è quello tipico degli anni ’50; pertanto sono perfetti quasi tutti i costumi con il taglio di quel quel periodo.

Per la parte superiore, il modello prediletto è quello a balconcino, ammesso che abbia coppe rigide/semi rigide e larghe bretelle. Possono essere usati anche i costumi a triangolo, basta che abbiano delle bande larghe e siano sufficientemente accollati.
Da evitare quelli a fascia, che non riescono a reggere adeguatamente il seno abbondante, tipico di questa fisicità.

Per quanto concerne lo slip, il migliore da utilizzare è quello a tinta unita con fiocchetti o arricciature laterali.

Come costume intero, è possibile indossarne ogni tipo, purché abbia il supporto per il seno; anche se, per questo tipo di corpo, più che un classico costume intero, sarebbe consigliato un tankini sgambato, che ne evidenzi le forme.

76798
http://www.amando.it/

Condividi: